greco

(redirected from Greci)
Also found in: Dictionary, Thesaurus, Wikipedia.
Related to Greci: Greco

greco

[′grek·ō]
(meteorology)
An Italian name for the northeast wind.
References in periodicals archive ?
Dante stesso cita la lingua dei Greci (quidem secundariam Greci habent, DVE I, 1, 3) e altre lingue simili (et alii, DVE I, 1,3).
Le traduzioni quasimodiane forniscono prove dei numerosi riferimenti ai lirici greci (12).
evocare genealogie esotiche, e per i Greci lontane dalla civilta.
habbiamo voluto pregar Vostra Signoria Reverendissima, che sia contenta a laude et gloria del Serenissimo nome di Jesu Christo, a beneficio universale della Christianita, et particolare della Chiesa Greca, dar quei secretissimi ordini, che li parera, accioche quando la nostra armata si appresentara alle marine sopradette della Morea et altre, si scopra il valor Greco a favor di essa armata contro Turchi; perche noi promettemo alla Signoria Reverendissima in fede di vero et christiano Principe, siccome siamo stati richiesti dal sopradetto malaxo, che noi conserveremo et faremo conservar a tutti questi Greci, che veniranno sotto la nostra protettione in qual si voglia modo, tutti li riti et consuetudini.
12) Tucidide (2011) "La Guerra delPeloponneso"BUR Rizzoli, Classici Greci e Latino, Milano, p.
236 della Biblioteca Nazionale di Parigi, (54) l'autore cita numerosi brani tratti da autori greci e latini a supporto dell'esegesi del testo virgiliano.
Probabilmente, almeno in alcuni casi, i principi favorirono davvero la nascita di nuove comunita e di nuovi insediamenti, anche attirando uomini dalle vicine terre della Calabria bizantina (del resto erano in gran parte greci i monaci che provvedevano all'inquadramento religioso di queste terre (72)).
Ed anche nell'altra opera in qualche modo assimilabile per struttura e complessita alla pubblicazione sull'encausto, i Saggi sul Ristabilimento del Arte Armonica de Greci e Romani Cantori (1798), il regesto delle fonti e la sensibilita d'interpretazione e talmente profonda da porsi in parallelo--a livello metodologico--con quella di Lodovico Antonio Muratori (7).
GARIN, 1993: 111) espressa in pari modo da Zoroastro presso i Persiani, da Mercurio fra gli Egizi, da Orfeo fra i Traci, da Pitagora fra i Greci e gli Italici, e dal divino Platone ad Atene.
lt;<Parlare con l'altro: la comunicazione verbale fra Greci e barbari e I ruolo dell'interprete nell'<<Anabasi>> di Senofonte>>, en La parola delle immagini e delle forme di scrittura.
Nuove interpretazioni di materiali greci e romani, di altre testimonianze e di alcune fondamentali concezioni ebraiche e cristiane, trad.