Guido Piovene

Piovene, Guido

 

Born July 27, 1907, in Vicenza; died Nov. 12,1974, in London. Italian writer and journalist.

Piovene’s novel The Black Newspaper (1943) provides a psychological examination of a crime, while his novel Pity Against Pity (1946) has an antiwar theme. In his book of sketches Journey to Italy (1957), Piovene touched on problems of the postwar years. The autobiographical work Guilty Conscience (1962) and the novel The Furies (1963) contain some elements of a critical examination of the past and condemnation of Fascism. Cold Stars (1970), a psychological novel, deals with the tragic alienation of the contemporary Western intellectual.

WORKS

Il nonno tigre. [Milan] 1972.
L’Europa semilibera. [Milan] 1973.

REFERENCE

Catalano, G. Piovene. Florence, 1967.
References in periodicals archive ?
Fu il caso, per esempio, degli oltre cento articoli stesi da Guido Piovene per il Corriere della Sera tra il 1950 e il 1951, confluiti poi nel reportage di viaggio De America, uscito nel 1953.
Questo articolo esamina le considerazioni espresse da Guido Piovene nel De America (1953) sulla situazione politica degli Stati Uniti all'inizio degli anni Cinquanta.
Su suggerimento dei direttore del <<Corriere della Sera>>, Guglielmo Emanuel, Guido Piovene trascorse negli Stati Uniti poco piu di un anno, tra la tine di settembre del 1950 e la meta di novembre del 1951.
1) Una versione preliminare di questo articolo e stata presentata in forma di relazione al convegno Il senso di una civilta: l 'America di Guido Piovene, 1951-1952, Universita degli Studi di Milano, Facolta di Scienze Politiche, 26 novembre 2007.
2) Guido Piovene, De America, Milano, Garzanti, 1953.
69; Giuseppe Ravegnani, Guido Piovene ha scoperto l'America, <<Epoca>>, 28 giugno 1953, p.
29) Guido Piovene, In California <<vedono rosso>> ma e assurdo parlare di fascismo, <<Corriere della Sera>>, 7 agosto 1951, p.
Guido Piovene ed Eugenio Colorni, Torino, Einaudi, 1999, pp.
62) Guido Piovene, Fede e cultura, in Cultura e rivelazione.
I letterati rappresentati sono i seguenti (tra parentesi appare il lavoro da cui sono tratti i brani): Natalia Ginzburg (Casa al mare), Guido Piovene (Viaggio in Italia), Umberto Saba (Trieste e una donna), Giuseppe Tomasi di Lampedusa (Il gattopardo), Giuseppe Marotta (L' oro di Napoli), Ignazio Silone (Fontamara), Giorgio Caproni (Congedo del viaggiatore cerimonioso & altre prosopopee), Luigi Pirandello (Il fu Mattia Pascal), Giorgio Bassani (L'airone), Carlo Emilio Gadda (La cognizione del dolore), e Dino Campana (Canti orfici).
David Michel, "Piovene tra psicologia, psicanalisi e psicocritica," in Guido Piovene tra idoli e ragione 205-38.
Sommavilla Guido, "Holzwege religiosi di Guido Piovene," in Guido Piovene tra idoli e ragione 239-47.