celo

(redirected from celare)
Also found in: Dictionary, Medical, Legal.

celo

[′se·lō]
(mechanics)
A unit of acceleration equal to the acceleration of a body whose velocity changes uniformly by 1 foot (0.3048 meter) per second in 1 second.
References in periodicals archive ?
Reading it as a palimpsest of intertexts foregrounds its significance and this, in accord with "Ars est celare artem" (O'Brien 1967: 216), indicates concealment as a possible theme of his novel.
Continuity of Parks," for instance, not only violates the principle of celare artem by its overt self-reflexivity, but also, by suggesting a logically "impossible" metalepsis, flouts the principle of coherence and hence the credibility of the story.
Si deve a Rosario Villari, in uno studio dal significativo titolo Elogio della dissimulazione: La lotta politica nel Seicento, la proposta di riconoscere al trattato di Accetto anche una componente attiva e "militante", ovvero un invito a servirsi dello strumento della dissimulazione per celare la propria ostilita contro la condizione presente non sino al Giudizio Universale, ma solo fino a quando non si incontri il momento adatto per intervenire a cambiare le cose.
Don Alfonso riporta una "grida" emanata dal Senato della Repubblica nel 1577 che annuncia pene assai severe contro chi cerca di celare la propria identita:
questo cinema non si preoccupa di celare la propria claustrofilia dilettandosi invece in un trionfo di ballatoi e soppalchi, portierati e parties condominali, cucine e tinelli, un universo della porta accanto concepito come luogo per eccellenza dove e possibile comunicare, innamorarsi,uccidere, organizzare i rapporti sociali, affrontare di petto il proprio destino, coltivare la propria individualita cercare un lavoro, un amore, una mamma.
Tra gli studi sulla diffusione dell'opera del Petrarca in Inghilterra un interessante e nuovo punto di vista e quello offerto dal saggio di Antonio Armisen riguardante alcune curiose corrispondenze tra il petrarchismo di Boscan e Garcilaso e quello inglese del secondo Cinquecento, un ambito che, come l'autore sottolinea, potrebbe celare risvolti inattesi.
Il mondo greco-latino tende all'abolizione dell'elemento personale e, nello stesso tempo, dell'elemento storico-evolutivo a vantaggio dell'astrazione che induce, nella letteratura, l'autore a celare la sua personalita agli sguardi dei suoi lettori.